NextGEN Gallery Plugin Not found

Informazione, Curiosità, Personaggi,Gossip,Spettacoli,Fashion,Music, Eventi,Communication,

Archive for gennaio, 2011

  • “Vallanzasca - Gli angeli del male” di Michele Placido, con Kim Rossi Stuart è un film che ha ricevuto tantissime critiche, accusato di esaltare le gesta di uno dei criminali più pericolosi degli anni Settanta. Quattro ergastoli e la condanna a scontare 260 anni di carcere sono, forse, la conferma di tali critiche e il film di Placido una riproposizione della ascesa e della disfatta di un personaggio, che, a dispetto delle comprensibili polemiche, tutto risulta essere tranne che un “eroe”.

    Vallanzasca e i suoi angeli del male

    “Vallanzasca - Gli angeli del male” di Michele Placido, con Kim Rossi Stuart è un film che ha ricevuto tantissime critiche, accusato di esaltare le gesta di uno dei criminali più pericolosi degli anni Settanta. Quattro ergastoli e la condanna a scontare 260 anni di carcere sono, forse, la conferma di tali critiche e il film di Placido una riproposizione della ascesa e della disfatta di un personaggio, che, a dispetto delle comprensibili polemiche, tutto risulta essere tranne che un “eroe”.

    Continue Reading...

  • Riscaldate i motori dei vostri bolidi e preparatevi a partecipare all’invasione della Fiera di Verona: sta per cominciare il Motorbike Expo 2011.

Numeri da capogiro. Da venerdì a domenica Verona sarà, infatti, la capitale delle due ruote e dei motori. La rombante rassegna, che quest’anno arriva alla numero tre, prevede l’arrivo di oltre centomila appassionati, la presenza di 800 espositori suddivisi in sette padiglioni dislocati tra 72mila metri quadrati coperti e altri 30mila di aree esterne per esibizioni sporive e spettacoli, con le maggiori case motociclistiche e il meglio del custom. Insomma una delle più grandi ed estese manifestazioni che Veronafiere abbia mai ospitato e che darà alla provincia scaligera un indotto pari a 20 milioni di euro. Il costo del biglietto d'ingresso: 16 euro.

    Marmitte tuonanti al Motorbike Expo

    Riscaldate i motori dei vostri bolidi e preparatevi a partecipare all’invasione della Fiera di Verona: sta per cominciare il Motorbike Expo 2011. Numeri da capogiro. Da venerdì a domenica Verona sarà, infatti, la capitale delle due ruote e dei motori. La rombante rassegna, che quest’anno arriva alla numero tre, prevede l’arrivo di oltre centomila appassionati, la presenza di 800 espositori suddivisi in sette padiglioni dislocati tra 72mila metri quadrati coperti e altri 30mila di aree esterne per esibizioni sporive e spettacoli, con le maggiori case motociclistiche e il meglio del custom. Insomma una delle più grandi ed estese manifestazioni che Veronafiere abbia mai ospitato e che darà alla provincia scaligera un indotto pari a 20 milioni di euro. Il costo del biglietto d'ingresso: 16 euro.

    Continue Reading...

  • Le ultime stagioni di Zelig sono state un pochino sottotono con una comicità prossima al meno riuscito Colorado Caffè. Tanti cabarettisti sono diventati celebrità della tv e del cinema italiano dopo aver solcato il palco di Zelig facendo scompisciare i telespettatori dell'intero stivale. Da Ale e Franz a Natalino Balasso, e poi come dimenticare gli sketch di Ficarra e Picone, Gioele Dix,  Fichi d’India, Raul Cremona e il re del botteghino Checco Zalone.

    Zelig, il talento di Paola Cortellesi

    Le ultime stagioni di Zelig sono state un pochino sottotono con una comicità prossima al meno riuscito Colorado Caffè. Tanti cabarettisti sono diventati celebrità della tv e del cinema italiano dopo aver solcato il palco di Zelig facendo scompisciare i telespettatori dell'intero stivale. Da Ale e Franz a Natalino Balasso, e poi come dimenticare gli sketch di Ficarra e Picone, Gioele Dix, Fichi d’India, Raul Cremona e il re del botteghino Checco Zalone.

    Continue Reading...

  • Quando si dice un film davvero divertente.

Comicità autentica. E il bello è che non è questione di genio: Checco Zalone c'ha la faccia da idiota del villaggio e la parte gli riesce perfettamente. Che poi il film sia anche una fotografia sociologica questo è da vedere, ma intanto, se l'intento era quello di farci scompisciare dalle risate, possiamo dire che la pellicola è fin troppo riuscita. Stiamo parlando di "Che bella giornata" (2011, nelle sale in questo momento) di Gennaro Nunziante con protagonista il cabarettista di Zelig Checco Zalone, alla sua seconda apparizione cinematografica.

Avatar sconfitto. Sembra addirittura paradossale il successo di questo film che solo nei primi due giorni di proiezione ha incassato ben sette milioni di euro al botteghino superando i ben più pubblicizzati "Avatar" e "Harry Potter", a sottolineare come l'italiano (o spettatore italiano) abbia sempre più voglia di ridere e divertirsi.

    Un Checco Zalone da record

    Quando si dice un film davvero divertente. Comicità autentica. E il bello è che non è questione di genio: Checco Zalone c'ha la faccia da idiota del villaggio e la parte gli riesce perfettamente. Che poi il film sia anche una fotografia sociologica questo è da vedere, ma intanto, se l'intento era quello di farci scompisciare dalle risate, possiamo dire che la pellicola è fin troppo riuscita. Stiamo parlando di "Che bella giornata" (2011, nelle sale in questo momento) di Gennaro Nunziante con protagonista il cabarettista di Zelig Checco Zalone, alla sua seconda apparizione cinematografica. Avatar sconfitto. Sembra addirittura paradossale il successo di questo film che solo nei primi due giorni di proiezione ha incassato ben sette milioni di euro al botteghino superando i ben più pubblicizzati "Avatar" e "Harry Potter", a sottolineare come l'italiano (o spettatore italiano) abbia sempre più voglia di ridere e divertirsi.

    Continue Reading...

  • Dopo otto anni di assenza dal nostro Paese – l’ultima sua apparizione fu ad Imola – la lunga attesa è finita e i fan possono finalmente gioire dopo l’ufficialità di poche settimane fa: il 17 luglio a Udine andrà in scena l’unica data per ora prevista per il tour italiano. Il quarantottenne di Perth Amboy (New Jersey) è tra i simboli indiscussi del rock anni ‘80 per l’inconfondibile e lunga chioma bionda e i celebri giubbetti in pelle della rockstar. Per toccare con mano il fenomeno Bon Jovi basta dare un occhio sul web dove oltre agli innumerevoli forum, c’è una fan page su Facebook con quasi sei milioni e mezzo di sostenitori.

    Concerti 2011, il ritorno di Bon Jovi

    Dopo otto anni di assenza dal nostro Paese – l’ultima sua apparizione fu ad Imola – la lunga attesa è finita e i fan possono finalmente gioire dopo l’ufficialità di poche settimane fa: il 17 luglio a Udine andrà in scena l’unica data per ora prevista per il tour italiano. Il quarantottenne di Perth Amboy (New Jersey) è tra i simboli indiscussi del rock anni ‘80 per l’inconfondibile e lunga chioma bionda e i celebri giubbetti in pelle della rockstar. Per toccare con mano il fenomeno Bon Jovi basta dare un occhio sul web dove oltre agli innumerevoli forum, c’è una fan page su Facebook con quasi sei milioni e mezzo di sostenitori.

    Continue Reading...

  • Calendari, calendari … ma quale comprare?

    2011, la carica dei calendari bollenti

    Calendari, calendari … ma quale comprare?

    Continue Reading...