Usa, cercasi volontari per sciacquone

Lo "Student Flush" nello stadio dei Penguins (fonte web)

“Cerchiamo volontari per tirare lo sciacquone”. In questi giorni in Pennsylvania, precisamente a Pittsburgh, sfogliando qualsiasi giornale è possibile imbattersi in questo annuncio quantomeno originale, per non dire assolutamente stravagante.

Cercasi “sciacquonisti” disperatamente. Un annuncio talmente bizzarro che ha già raccolto migliaia di interessati ed è diventato famoso in tutta America (e non solo) per la sua singolarità.

USA Today. Sì perché l’annuncio arriva da una squadra di hockey che chiede esplicitamente a qualcuno di aiutarli “a tirare lo sciacquone”. La grande sfida da quanto riportano le cronache sarebbe stata vinta, ma eccovi i dettagli per capire com’è andata questa insolita partita dello sport a stelle e strisce.

Homework for students. I protagonisti in questione sono i Pittsburgh Penguins, una delle più forti squadre professionistiche di hockey su ghiaccio che ha portato a casa, l’anno scorso, la terza Stanley Cup NHL. Terminata la stagione, la società ha deciso di rifinire le ultime “cosette” del nuovo stadio. Per questo ha cercato, con annunci su radio e giornali, assistenza per questo compito. Quello di tirare lo sciacquone di tutti i bagni in contemporanea per verificare la capacità dei propri impianti di reggere ad un vero e proprio assalto alle toilette del proprio impianto. Per questo hanno avuto bisogno di circa 400 persone. E i Penguins “per l’arduo compito” si sono così rivolti agli studenti di Pittsburgh.

Collaudo da Guinness. In realtà, non si trattava di risolvere un problema dovuto magari a qualcuno che ha mangiato pesante e che ha bloccato l’intero sistema di scarico, ma lo scopo è quello di effettuare un collaudo strutturale del nuovo stadio, il Consol Energy Center, per il quale è stato ritenuto necessario vedere se tutto è in grado di funzionare contemporaneamente: cioè se viene tirato lo sciacquone nello stesso momento in tutti i water nello stadio.

Student Flush. La prova (che è stata denominata “Student Flush” prendendo in giro lo stesso programma di abbonamenti destinati agli studenti “Student Rush”) si è svolto ieri, e sembrerebbe ci siano state talmente tante richieste di partecipazione che probabilmente gli studenti che avranno “l’onore” di tirare lo sciacquone saranno estratti a sorte. La sfida dello sciacquone, come detto, alla fine è stata vinta. Mentre il sistema, infatti, era progettato per gestire un massimo di 1.800 litri d’acqua al minuto, il flusso ha raggiunto 2mila litri senza problemi. Un’altra vittoria per i Penguins!

Francesco Iannò

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin