La nazionale riparte da Fantantonio

Antonio Cassano e Carolina Marcialis, matrimonio a Portofino

Il suono delle vuvuzelas oramai è lontano, ma l’ultima ha suonato la caduta del regno di Marcello. Ora nel quartier generale di Coverciano lo scettro è passato al 43enne Cesare Prandelli.

New entry. Sotto il governo di Cesare II (dopo papà Maldini ovviamente), si liberano dalle gabbie i leoni che Lippi aveva tenuto rinchiusi. Per le prime amichevoli porte aperte a Cassano e Balotelli. E il tempo stringe, perchè il prossimo impegno sarà quello dell’8 agosto a Londra contro la Costa d’Avorio di Drogba.

Parole di elogio per Fantantonio. “Cassano? L’ho visto molto sereno, tranquillo e maturo – ha detto il ct azzurro -. Il suo matrimonio con Carolina Marcialis (promessa della pallanuoto, ndr) gli ha dato il giusto senso della vita”. E’ vero, quindi, che adesso può scendere in campo senza grandi pressioni, “però, ovviamente, la maglia se la deve meritare come tutti gli altri – ha aggiunto il Cesarone – perchè sarà convocato chi merita la maglia della Nazionale, che non è mia, ma di tutti”.

Possibilità “Tandem delle meraviglie”. Balotelli-Cassano è un possibile tandem già contro Drogba & Co. Ma se il ct ha già (quasi) le idee chiare su Fantantonio, su Supermario è necessario pensarci un pò. “Devo ancora conoscerlo per bene, e comunque c’è anche l’under 21 che lo chiama, di lui hanno bisogno – ha spiegato Prandelli -. E comunque vorrei precisare che non ci sono solo loro due, perchè sono convinto ci siano tanti ragazzi interessanti”. Sulla loro coesistenza in campo però ha le idee chiare: “I giocatori di qualità non dovrebbero avere problemi a giocare assieme”. E così il dopo Lippi inizia a prendere forma. Ma il primo punto fermo è sicuramente il Pibe di Bari Vecchia.

Cassano e il suo addio alle “cassanate”. Fantantonio ha sposato a Portofino Carolina Marcialis, diciannovenne stellina della pallanuoto genovese conosciuta due anni fa in una pizzeria di Nervi. La ragazza acqua e sapone che dicono abbia davvero cambiato la burrascosa vita del ventottenne fuoriclasse blucerchiato: da quando si è fidanzato, da quel pomeriggio sulle gradinate della piscina del porticciolo (quello del bacio attraverso la grata) ha detto basta alle “cassanate”, in campo e fuori, e magari si è lasciato alle spalle la rabbia per la mancata convocazione in Sudafrica. La data della cerimonia era già stata fissata a novembre: perché in fondo lui lo sapeva da allora, che Lippi non l’avrebbe mai chiamato.

Quella Nazionale senza Fenomeni a casa. “Adesso è inutile fare polemiche – aveva detto Cassano durante il suo viaggio di nozze in Polinesia -. Non si può dire che con me in campo le cose per la Nazionale ai mondiali sarebbero andate diversamente”. Fatto sta che Fantantonio si è sposato proprio il giorno prima di Italia-Nuova Zelanda, la partita che ha segnato in maniera significativa il declino del gioco e dei risultati degli Azzurri. E proprio in quel giorno, Cassano ha segnato il suo più bel gol a Portofino, a migliaia di chilometri dal resto della squadra. Ma ora l’Italia riparte da qui.

Francesco Iannò

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin