X-Raptor, adrenalina a Gardaland

La posa della prima pietra

Gardaland entra ancora una volta nella “leggenda”.

Il parco dei record. Oltre ad aver già segnato alcuni record, tra cui quello di essere il più grande parco divertimenti d’Italia e quello di avere il rollercoaster per famiglie più lungo, il 2011 segnerà un’altra svolta epocale.

T-Rex del nuovo millennio. Il parco potrà infatti vantarsi di avere le montagne russe più estreme ed imponenti d’Italia.

Posata la prima pietra. Lunedì per Prezzemolo e dirigenti è stato un grande appuntamento, perché è stata posata la prima pietra della nuova incredibile attrazione. Il cippo, dal forte valore simbolico, è stato collocato nel centro del cantiere dall’amministratore delegato Aldo Maria Vigevani e dal direttore generale parchi, Danilo Santi. L’attrazione si chiamerà X-Raptor, ma ecco per voi tutti i dettagli di questa nuova avventura…

Numeri da record. L’area dedicata alla nuova attrazione vanta già numeri da record: la superficie interessata è di oltre 16mila metri quadrati, pari a 60 campi da tennis. Per operare la demolizione delle vecchie opere ed il livellamento delle quote, sono state utilizzate, sino ad oggi, oltre 3mila ore di macchine semoventi meccaniche. A breve saranno infissi nel terreno più di 200 ancoraggi che fisseranno al terreno questa super struttura che arriverà a Gardaland, direttamente dagli Stati Uniti, trasportata in oltre 80 giganteschi container che giungeranno via mare.

Un misterioso predatore. La stazione di partenza delle nuove montagne russe sarà sotterranea, i sedili saranno sospesi nel vuoto e posti lateralmente ai binari, avrà un’altezza massima di 30 metri e una lunghezza di 800 metri. Sarà ambientato in una foresta e ci sarà un misterioso predatore…

Grande attesa tra i fan. X-Raptor è attesa con fermento tra i visitatori e i fan proprio come fu per il Blu Tornado nel 1998. Tredici anni dopo gli amanti dell’adrenalina potranno sbizzarrirsi in questa nuova e mirabolante attrazione.

Adrenalina che sale. Sul sito www.gardaland.it è già in funzione una webcam di sorveglianza che consente di monitorare periodicamente l’area del cantiere ed essere così aggiornati sulla progressione dei lavori. On line anche il countdown che scandisce il tempo sino all’inaugurazione di queste attesissime montagne russe, che stanno già destando interesse e curiosità tra tutti gli amanti delle sensazioni forti.

Francesco Iannò

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin