Oltre lo sguardo, Collishaw apre FaMa

Ophelia, una delle opere di Collishaw

Forzare l’occhio a guardare oltre la realtà. Oltre alla sua lucida superficie.

Post. Forzare l’occhio per andare oltre le rappresentazioni rassicuranti create dall’Uomo. Oltre le sue invenzioni (fatte per essere) confortanti. Quelle che per portare “pace e amore” sono costrette a mentire.

Melting pot fra Arti. Mat Collishaw ama giocare con le immagini. In particolare con il fascino che queste nascondono al loro interno. E’ un gioco di specchi che racchiude il senso dell’arte, della vita. Fotografie, sculture e installazioni sono i suoi strumenti per indagare oltre le apparenze.

Tra passato e futur(ism)o. Mat Collishaw (Nottingham 1966) è una delle figure più significative della Young British Art, protagonista di importanti eventi espositivi come Freeze (1988) e Sensation (1997) e presente in prestigiose collezioni pubbliche tra le quali la Tate di Londra ed il Centre Pompidou di Parigi.

Limiti e paure. In occasione della sua personale alla galleria Fama di Verona (che raccoglie l’importante eredità di Byblos Art Gallery), l’artista propone una serie di lavori inediti, che si sviluppano in un progetto che prende ispirazione dalla storia dell’arte. Un corpo di immagini appartenenti al retaggio culturale occidentale che Collishaw utilizza e trasforma attraverso la tecnologia. Una ri-elaborazione che riflette su paure e limiti dell’Uomo contemporaneo.

Uno sguardo sul mondo. L’artista attinge a trecentosessanta gradi dal passato, dalle suggestioni della mitologia e dell’arte classica, al trionfo di luce e oscurità del barocco, fino alle atmosfere vittoriane, per cogliere e suggellare istanti di contemporaneità attraverso l’ironia, l’eccesso e il disturbo. I confini tra la vita e la morte, la realtà e l’illusione, il dolore e la quiete sono al centro della sua ricerca e sperimentazione creativa. E’ il limite ad attrarlo e con esso i tentativi contemporanei di gettare ponti, trovare soluzioni, esorcizzare il mondo.

Nel corso della mostra sarà edita una pubblicazione con testi di Danilo Eccher.

18 settembre – 20 novembre 2010
Opening venerdì 17 settembre ore 19.00 – 24.00

Orari di apertura
Martedì – sabato 10.00 – 13.00 | 14.30 – 19.30
Chiuso lunedì e festivi

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin