Una Bellucci mozzafiato per Max

Una Monica mozzafiato fotografata da Max (fonte: Max)

Forse non sarà simpatica come Sophia Loren né avrà il suo grande talento di attrice, però bisogna ammetterlo: Monica Bellucci è l’altra eterna diva italiana.

Divina. Perché nella sua bellezza, che dura incontrastata da 45 anni, vi è riflessa tutta la nostra terra. A fine agosto la rivista Max le dedicava la copertina, un grande ritorno dopo lo storico calendario del 1999, ed è stata ancora capace di lasciare tutti a bocca aperta con il suo rossetto rosso fuoco e la sua folta chioma nera.

Punti di vista. Sempre meravigliosa in bikini, nonostante i suoi (quasi) 46 anni e un parto recente. Nell’intervista si sfoga sull’Italia, dall’alto di Parigi, su un senso civico che manca, rattristandosi perché tanta, troppa gente non riesce ad arrivare alla fine del mese con lo stipendio.

Modella e Attrice. Problema che lei non ha perlomeno da parecchio tempo. La sua carriera di modella è stata eccezionale, d’altronde non avrebbe mai potuto essere una delle tante: ha sfilato per Dolce&Gabbana, Fendi ed è stata testimonial di molte note griffe mondiali. Il percorso per diventare un’attrice con la “A” maiuscola è certo più faticoso, ma lei sembra tenerci moltissimo.

Maturità (classica). Ma si sa, per una modella è sempre difficile far capire agli altri di poter fare qualcosa di più e di meglio. “Convivo da sempre con le critiche e gli attacchi, da ancora prima di diventare modella. Se non ci fossero, mi mancherebbero. Durante la maturità classica, il commissario esterno mi disse: ‘Tu da grande farai la modella o la presentatrice, vero?’ Neanche mi conosceva e usava quel tono di disprezzo”. Eppure ci azzeccò.

Opinioni a tutto campo. Nell’intervista parla anche del marito l’attore Vincent Cassel. “Più passa il tempo, più mi piace l’uomo che è diventato. Quando l’ho conosciuto era un ragazzo di 28 anni, adesso è un uomo con un forte senso di responsabilità, che fa scelte che mi piacciono”. Poi torna sulle noti dolenti, in particolare sull’argomento “Italia”. “Io vado avanti e indietro – spiega la bellissima attrice – e  mi arrabbio quando penso che non si vuole affrontare il vero problema: la gente che non arriva a fine mese. Perché non si dice ad alta voce che il passaggio all’euro non è stato controllato a dovere?” infine una chiusa sugli italiani e la loro way of life. “Più che disillusi, vedo gli italiani senza senso civico, cosa che deriva dal nostro fatalismo, quel fatalismo che ci uccide ma ci fa anche sopravvivere, e da cui deriva tutto il nostro sparlarci addosso, l’esterofilia”.

Antonella de Robertis

Guardare per credere:

http://www.youtube.com/watch?v=LCdJ4vNU_b8

pubblicità del profumo Sicily d&g 1994


VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin