Botox e plastica, nuovi trend deleteri

Noemi Letizia, prima e dopo l'intervento

Ai tempi di Baywatch c’era la moda dei seni rifatti lanciata dalla (prorompente) bagnina Pamela Anderson.

Nuovi trend. Oggi, passato il treno degli anni Novanta, dall’America arrivano altre pessime ispirazioni “estetiche”. Basta bazzicare in Internet in questi giorni e imbattersi nelle foto recenti di Noemi Letizia, balzata agli onori della cronaca per meriti ancora poco chiari. Lei, una spigliata ragazza di 19 anni, alla festa per il suo debutto come stilista si è presentata nella nuova versione. Rifatta. Ma tanto rifatta che si fa fatica a riconoscerla.

Alter ego di plastica. Non c’è ovviamente da scandalizzarsi per degli interventi di chirurgia estetica, oramai sin troppo diffusi e tollerati. Quello che lascia un po’ perplessi è non solo l’età (appena maggiorenne, troppo poco per necessitare seriamente di quel tipo di operazioni), ma anche la scelta di cosa voler cambiare di sé. Perché alzarsi la mattina, specchiarsi e trovare di fronte un volto che non è più il tuo non è cosa da poco da un punto di vista psicologico per una ragazza di neppure vent’anni.

Precedenti illustri. Ma Noemi ha un famoso precedente negli States: Heidi Montag, classe 1986, conosciuta come “the addicted to plastic surgery girl”, ex protagonista del reality-fiction The Hills – trasmesso anche in Italia su Mtv – in cui si racconta la vita di un gruppo di ragazzi ricchi di Los Angeles. Una volta uscita dal reality Heidi ha avuto un’idea geniale per tornare a far parlare di sé: a soli 23 anni, nel novembre del 2009, pur vantando già una rara bellezza naturale, si è sottoposta in un unico giorno a ben dieci interventi di chirurgia plastica, mettendo peraltro a repentaglio la propria vita. E cambiando per sempre la sua espressione: anzi, a dire la verità, ora non ha nemmeno più un’espressione. Per fare tutto ciò si è messa nelle mani di uno dei più gettonati chirurghi tra le dive di Hollywood, Frank Ryan, morto tra l’altro in agosto in un incidente stradale.

Addio Darwin… Nella sua prima intervista ufficiale dopo le operazioni (trovate il link di seguito) Heidi Montag spiega che la sua è stata una scelta derivata dalla consapevolezza che per far carriera a Hollywood bisogna essere perfetti e parla di sé come una Heidi “evoluta” piuttosto che trasformata. Evoluta di certo, dato che dimostra almeno 15 anni di più. Insomma, due ragazze, una italiana l’altra americana, ma entrambe un pessimo esempio di autostima.

Antonella de Robertis

http://www.youtube.com/watch?v=EobWAjlnkQY

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin