Lady Gaga in Italia, fans in delirio

Una delle classiche scenografie alla Lady Gaga (fonte dal web)

L’attesa è terminata.

Milano si avvicina. Lady Gaga è arrivata in Italia e ha fatto impazzire migliaia di fan a Torino, dove martedì sera ha tenuto il primo concerto del Monster Ball Tour 2010. Iniziato a febbraio, il tour, dopo aver portato la cantante in giro per tutto il mondo, è giunto anche alla prima tappa italiana. Il 4 e il 5 dicembre sarà invece il momento di Milano.

Torino assediata. Dodicimila fan dell’esuberante star della musica pop hanno girovagato per la città della Mole e hanno preso d’assedio già dalla notte precedente il PalaOlimpico per accaparrarsi un posto sotto al palco. Tanti i giovanissimi sotto i 18 anni, nonostante il costo proibitivo dei biglietti (per un posto in piedi i prezzi andavano da 75 euro in su).

Opera o concerto? Quello a cui hanno assistito le migliaia di “little monster” (così Lady Gaga chiama i suoi fan) sembrava un vero e proprio film pop diviso in 4 atti (City, Subway, Forest e Monster Ball) per presentare le 19 canzoni in scaletta. Il tutto accompagnato da mirabolanti scenografie, sensuali danze e stravaganti costumi ovviamente – per la serata gli abiti sono stati firmati da Giorgio Armani – tra cui uno gigantesco fatto interamente di capelli biondo platino. Vediamo, più nel dettaglio, come è andata la serata…

Messaggi positivi. Non sono mancati i riferimenti alla religione e gli apprezzamenti nei confronti degli omosessuali: “Gesù ci ama tutti, indipendentemente dalla nostra razza e dalle nostre preferenze sessuali”. La popstar, che ha di recente messo su qualche chilo, ha lanciato messaggi rassicuranti anche alle donne del pubblico: “Guardatemi, sono ingrassata, ma nella mia famiglia mi hanno insegnato che una donna non è una donna senza un bel sedere e qualche curva”. Poi, alla fine del concerto: “Quando uscite di qui voglio che ne usciate amando un pò di più voi stessi. Da stasera rifiutate tutto quello che vi ha fatti sentire diversi, esclusi, brutti”. Trasformare i difetti in cose da imitare: ecco qual è la ricetta di Lady Gaga per cavalcare la cresta dell’onda, oltre che indossare tacchi alti 20 centimetri, lustrini e gettarsi un po’ di sangue finto addosso.

Burlesque e dark-fetish. Stefani Joanne Angelina Germanotta (questo è il vero nome di Lady Gaga) durante il concerto ha adottato moltissimo i toni burlesque: il pianoforte che prende fuoco, i ballerini toy-boy, la monumentale drag-queen Posh che duetta con Gaga per tutta la prima parte del concerto. Quando cala il sipario ecco che compare un filmato registrato con Lady GaGa vestita di bianco che mangia e addenta come un cannibale un cuore (ovviamente finto). Nel frattempo una ballerina vomita del liquido turchese sopra la cantante. Queste immagini avevano già creato polemiche da parte delle associazioni dei genitori nei mesi scorsi.

Corsa al biglietto. Intanto i “little monster” hanno sparso la voce del grandioso spettacolo a cui hanno assistito a Torino e in questi giorni è una vera e propria caccia al biglietto per Milano. Inutile dire che le due date milanesi sono già sold-out da tanti mesi, ma tra i rivenditori autorizzati le quotazioni stanno crescendo di minuto in minuto.

Francesco Iannò

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin