Manassero, nuovo fenomeno del golf

Il campione di Negrar in azione (fonte web)

Si chiama Matteo Manassero e di professione gioca a golf. Nulla di strano verrebbe da dire, se non che il ragazzo ha soli anni 17 anni e in questa stagione ha già vinto 846 mila euro sul tour europeo.

Il furore di Negrar colpisce ancora. La celebre pellicola del maestro di arti marziali cade a pennello. E’ proprio ad Hong Kong dove Bruce Lee visse i suoi ultimi giorni, che il talento veronese ha dato infatti ancora una volta il meglio di sé.  Dopo una grande rimonta, il nostro campioncino ha chiuso in seconda posizione, dietro al veterano Ian Poluter.

Nel segno della Pellegrini.
Matteo non è il primo che in tenera età accumula trofei su trofei. Valentino Rossi conquistò il suo primo mondiale quando aveva 18 anni mentre il portierone Gigi Buffon esordì in serie A con la maglia del Parma a soli sedici anni. Ma è la regina della vasca la Federica nazionale che con il suo argento olimpico sempre ai sedici è tra i campioni azzurri più giovani di sempre a salire sul tetto del mondo. Ma vediamo nel dettaglio la magica favola di Matteo Manassero che dalla Valpolicella è andato alla conquista del mondo.

“Ragazzo” prodigio. Manassero è entrato di diritto nella storia dell’European Tour vincendo prima ancora che maggiorenne il prestigioso torneo ed ora attende il gran finale, il Dubai World Champions con 7.5 milioni di dollari in palio contesi tra i 60 migliori giocatori del tour.

Un veronese tra i grandi. Era da un po’ che non si sentiva parlare di sportivi in arrivo dalla città degli innamorati. Come non ricordare la maglia rosa dello scalatore di Cerro, Damiano Cunego, e il suo trionfo nel Giro d’Italia del 2004. Ma sempre dal comune della Valpollicella arriva un altro Damiano – l’indimenticato Tommasi – che dopo l’esordio nell’Hellas ha recentemente concluso in Cina la sua lunghissima carriera professionista.

Luci della ribalte. Ora viene il compito più arduo. Non sarà facile per Matteo ripagare le aspettative di tutti. Quelli del Golf Club di Villafranca – che l’hanno visto tirare i primi colpetti da bambino – stravedono per lui e sono certi di non rimanerne delusi. E lo siamo sicuramente anche noi!

Boris Puggia

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin