Crespo e la banda dei goleador

Il Valdanito non smette di segnare (foto dal web)

Si concluderà solo stasera, con il posticipo tra Napoli e Palermo, una delle giornate di campionato più spezzettate di questa stagione.

Primi verdetti. Causa diritti televisivi, infatti, il 15esimo turno è cominciato venerdì sera con Lazio-Inter e si concluderà solo fra poche ore. In classifica, si conferma in testa il Milan, seguito da Lazio e Juventus, mentre si staccano (definitivamente a questo punto?) Inter e Roma, a -10 dai rossoneri guidati da Allegri.

Bomber. È stata la domenica dei grandi bomber: 17 reti su 28 le hanno firmate i centravanti d’area. Da Crespo a Toni, da Granoche a Di Vaio, Ibrahimovic e Quagliarella. La storia più bella, è proprio quella dell’argentino Hernan Crespo, alla sua seconda doppietta consecutiva, a 35 anni suonati.

Da Parma a … Parma. La sua storia calcistica italiana comincia a 21 anni a Parma. Sono gli anni di Callisto Tanzi alla presidenza della società gialloblù. Anni d’oro per questa squadra che sforna ogni stagione giovani destinati a diventare campioni assoluti: Buffon, Thuram, Cannavaro e, appunto, Crespo. Dopo un primo periodo di difficile ambientamento, l’argentino si sblocca contro la Juventus segnando la rete della vittoria. Diventa l’idolo della curva e non smette più di fare gol. Ecco la sua storia…

«El Valdanito». A Parma ci rimane per quattro stagioni, in cui realizza 62 reti in 116 partite. Poi comincia a girovagare e a collezionare coppe e scudetti. Lazio, Inter, Chelsea, Milan, ancora Chelsea e Inter, Genoa e, infine, il ritorno a Parma. Oggi, i suoi numeri parlano di 262 reti in 575 incontri ufficiali. Crespo, inoltre, con la maglia dell’Argentina ha segnato 35 gol (come Maradona), dietro solo al monumento Batistuta, autore di 56 reti con la camiseta.

Pazzo Chievo. Un pareggio emozionante ha caratterizzato il sabato del Chievo, che ha rimontato la Roma sul 2-2. Per una volta, l’eroe di giornata non è stato Pellissier. A segnare sono stati Moscardelli e Granoche e poco ci è mancato che dalla rimonta si passasse a un clamoroso sorpasso gialloblù, nei minuti finali.

La classifica. Detto delle prime posizioni, c’è grande attesa per la sfida di stasera tra Napoli (quarto) e Palermo (quinto). Continua la risalita di Genoa e Fiorentina, mentre si fa sempre più critica la situazione di Bari (ultimo a dieci punti), Lecce, Cesena e Brescia.

Risultati 15^ Giornata

Catania-Juventus = 1-3
Cesena-Bologna = 0-2
Chievo –Roma = 2-2
Fiorentina-Cagliari = 1-0
Lazio-Inter = 3-1
Lecce-Genoa = 1-3
Milan-Brescia = 3-0
Parma-Udinese = 2-1
Sampdoria-Bari = 3-0
Napoli-Palermo = lun. 20.45

Dino Guerrini

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin