Chi è l’uomo ideale per la donna di oggi?

Resiste il fascino dei cervelloni? (fotomontaggio by Photofunia)

Un uomo per la vita e uno per l’avventura.

Macho o secchione? Ma chi sceglierà la donna per il primo e chi per il secondo tipo? Uno studio pubblicato su Evolution & Human Behaviour dalle Università del Colorado e del New Messico (USA), che ha tradotto le influenze antropologiche che si esercitano sui rapporti di coppia, ha dimostrato che la donna, per una relazione seria, preferisce il cervellone al macho. Un Woody Allen meglio di un Vin Diesel, insomma. Ma sarà proprio così? Ne siamo certi?

Decisione razionale. Secondo lo studio il fascino di entrambi questi “prototipi” resta comunque assoggettato alle variazioni del ciclo mestruale, anche se la decisione di fronte al sondaggio è stata presa a mente lucida e quindi razionalmente. Cosa che magari dovrebbe valere di più di una decisione presa a seconda della luna che tira.

Le fasi dell’indagine. Sessantasei donne con età media di 21 anni dovevano scegliere l’uomo della vita in base a tre parametri: intelligenza, bellezza dei lineamenti e aspetto mascolino. Quest’ultimo è risultato un fattore irresistibile in età giovane e quindi fertile. Ma passata questa fase le cose cambiano e l’attrazione per i machi cala drasticamente sotto i valori dell’intelligenza, che mantiene invece pressoché costante il suo andamento. Più nello specifico il fisico da macho fa colpo nella fase luteinica, mentre la mente colpisce alla fase follicolare.

Intelligenza: sinonimo di garanzia. Secondo i ricercatori il motivo di queste scelte è riconducibile al fatto che l’intelligenza, la creatività e la fantasia vengono inconsciamente associate ad un’ottima genetica e, dunque, a una buona prole. Il macho invece rappresenta la figura fisica, muscolare e socialmente potente in grado di assicurare la protezione alla prole. Quindi in sostanza dopo che l’ovulo è maturo, ovvero la fase follicolare, l’attrazione si sposta al macho. In tutto questo la bellezza dei lineamenti sembra non avere nessuna importanza. Ne acquisisce un po’ solo in presenza di mascolinità. I “solo carini” hanno successo praticamente solo con le donne in là con gli anni. Nella fase di pre-menopausa o in menopausa, infatti, le donne sembrerebbero preferire i maschi dai lineamenti femminei, con tratti molto simmetrici e delicati.

Stereotipi d’amore. Insomma come si dice: gli uomini amano le bionde, ma sposano le more. Ma le donne preferiscono i macho e sposano i cervelloni. Piccole contraddizioni che rendono la nostra società imprevedibile e interessante, proprio perché, visto che la bellezza non conta poi così tanto, hanno tutti la possibilità di fare centro. I single strizzino l’occhio al destino.

Francesco Iannò

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin