Happy birthday Coca Cola, compie 125 anni

Una vecchia pubblicità del marchio (fonte: dal web)

Buon compleanno, Coca Cola!

Surprise! Ebbene sì, sono passati 125 anni da quando è nata. Ma com’è possibile che compia 125 anni se nel 1994 si è festeggiato il centenario? Questo marchio nasconde sempre grandi sorprese.

Da farmaco a bibita. In realtà nel 1994 si è festeggiato il giorno in cui fu venduta la prima bottiglietta, il 12 marzo 1894. Quest’anno invece cade il compleanno ufficiale: l’8 maggio 1886 John Pemberton, farmacista di Atlanta, spillò e vendette a 5 cents il primo bicchiere di Coca Cola. Un suo preparato che nelle intenzioni iniziali doveva servire da palliativo per emicrania, nevrastenia, impotenza e dipendenza da morfina.

La nascita del mito. Soprattutto quest’ultima. Già perché Pemberton, ferito durante la Guerra Civile, pur di non sentire dolore si riempiva di morfina e ne era diventato dipendente. A questo punto doveva fare qualcosa. Il nuovo preparato doveva aiutare lui e tutti i veterani del conflitto che per alleviare i dolori si erano dati all’alcol a tal punto da smuovere le autorità della città che decise di limitarne l’uso. Se non fosse stato per quella legge, probabilmente oggi non esisterebbe la Coca Cola, che subito dopo divenne un vero mito. Occhio però: la Coca non è prettamente un prodotto americano. Il buon Pemberton, infatti, si era basato agli scritti sulla coca del celebre divulgatore scientifico monzese Paolo Mantegazza. Quindi la Coca Cola si può dire sia brianzola.

Una recente pubblicità in 3D per il mercato asiatico (fonte: dal web)

Come inventarsi un brand. Il marchio nacque con una semplice formalità: la scritta Coca Cola svolazzante non fu un lampo di genio o di creatività, bensì fu scritta dal ragioniere Robinson, che lavorava per Pemberton, su una fattura con il carattere Spencerian che all’epoca andava in voga per abbellire le fatture. Venti giorni dopo Pemberton decise di pubblicare una pubblicità nel quotidiano locale con quel logo e fu allora che nacque davvero il marchio Coca Cola.

Varietà e imitazioni. Ai giorni d’oggi il marchio vanta una gamma di prodotti enorme e una miriade di imitazioni. In Italia abbiamo una scelta limitata, ma chi torna dall’estero favoleggia di coche al lampone, alla vaniglia, alla ciliegia, al lime. Oppure al caffè, come la Coca Blak disponibile solo in Slovenia e Repubblica Ceca. Insomma la Coca ha saputo adattarsi alle realtà locali e ne sono venute fuori le versioni più strampalate. In Italia la Fanta si è spostata al Chinotto. Nello Sri Lanka si è trasformata nella bevanda nazionale: il Portello. Parlando di imitazioni in Perù la Inca-Cola, bevanda color oro, vende più della stessa Coca e gli statunitensi hanno risolto comperando il marchio.

Francesco Iannò

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin