“Ora”: Lorenzo Jovanotti fa saltare l’Arena

Jovanotti, due fantastiche serate in Arena (foto: dal web)

“Jovanotti for president!”

Chapeau! Questo il titolo del primo album – uscito nel lontano ’88 – del cantautore romano ma anche il comune pensiero di tutti coloro che lo hanno visto per le due incredibili serate areniane del fine settimana scorso. Il concerto messo in scena venerdì 16 e sabato 17 settembre della durata (e che durata!) di oltre due ore e mezza è stato un vero successo.

Spettacolo nello spettacolo. Il frutto di un duro lavoro da parte di Lorenzo assieme a una squadra di musicisti, videoartisti e scenografi. Il tour, che è cominciato lo scorso 16 aprile da Rimini, ha girato l’Italia intera (con l’aggiunta di due tappe straniere, una americana nel Tennessee e l’altra a Basilea) per un totale di oltre quaranta date. E da novembre si ricomincia!

Jovanotti "sorpreso" durante le prove del pomeriggio (foto di Boris Puggia)

Lorenzo tecnologico. “Questo è uno spettacolo che parla del futuro, che si rivolge al futuro. Per questo mettiamo in scena molte canzoni nuove e molta tecnologia … molti marchingegni fantasmagorici”. Dove il palco è diviso in due parti, sul lato sinistro la band mentre sull’altro spazio per lui, Jovanotti. Un grande schermo in grado di proiettare immagini in presa diretta, videoclip ed effetti speciali fa da cornice al tutto.

Sorprese a non finire. Il pubblico presente, più di 13mila persone a serata, ha avuto la fortuna di assistere a duetti inediti tra Jovanotti e Cesare Cremonini mentre cantano assieme l’ultimo successo scritto dallo stesso Lorenzo per l’amico bolognese, “Mondo”, e due canzoni che li hanno visti in qualche modo esordire e legati da un loro comune amore per le moto. E così ecco ripescati i successi “50 Special” e “La mia moto”. La seconda serata ha visto la partecipazione speciale di Luca Carboni, con un altro pezzo che parla di viaggi e motociclette, il successo “Mare mare”.

Ora. Tre lettere che racchiudono un grande significato. Il disco che è stato proposto è l’ultimo di Lorenzo, e si intitola “Ora”. Un successo che nemmeno lui si sarebbe, forse, aspettato con ben quattro singoli usciti, “Tutto l’amore che ho”, “Le tasche piene di sassi”, “Il più grande spettacolo dopo il big bang” e il recente “La notte dei desideri”.

Un ragazzo fortunato. “Ora è il tempo di ballare e divertirsi, non ieri o domani ma adesso!”, ha urlato Jova. Successi di ieri e di oggi. Tra i brani eseguiti sono stati proposti anche dei classici intramontabili come “Ciao mamma”, “Ragazzo fortunato” e l’immancabile “Ombelico del mondo”. Visto che non ci divertivamo così da tanto tempo, caro Lorenzo, non dimenticarti delll’Arena, che ti coccola dai tempi del Festivalbar e mai si stanca di te!

Boris Puggia

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin