Shakira e la svolta post-femminista

Shakira, i fianchi non mentono (fonte:dal web)

Se Shakira è diventata femminista, dobbiamo esserlo tutte. Nessuna ironia. Un nuovo femminismo, quello del 2009, a pieno ritmo di musica dance, tutta da ballare. Ma soprattutto il femminismo di una “lupa” che vuole uscire dalla gabbia, dalle costrizioni sociali ancora presenti anche in Occidente, per agire esclusivamente secondo i propri istinti primitivi, in perfetta sintonia con il proprio corpo.

La donna-lupa dei giorni nostri odia qualsiasi tipo di repressione, lotta per la libertà con le unghie e con i denti e va a “prendersi” i suoi desideri.

Nascere donne nella società di oggi significa essere contemporaneamente madri, amanti e lavoratrici. Meglio se belle. Tutto questo canta Shakira, la cantautrice colombiana più famosa al mondo, la regina del pop “latino”.

È appena uscito il suo ultimo lavoro, “She wolf” (“Lei lupa” appunto), disco che sta scalando le classifiche di mezzo mondo. Un album diverso dai precedenti, più dance, come affermato dalla stessa cantautrice.  Scopo dichiarato: la gente ascoltandolo deve dimenticarsi delle preoccupazioni, della crisi, di tutto. Bersaglio riuscito.

E per chi avesse già nostalgia dei ritmi latini, sensuali e a tratti “drammatici” della vecchia Shakira, nulla da temere. In ogni traccia lei c’è, con la sua inconfondibile voce bassa e scura, con i suoi forti influssi spagnoleggianti e orientali. C’è poi ancora una volta con Wyclef Jean, oggi in “Spy”, tre anni fa in “Hips don’t lie”. Con il suo rock massiccio.

La copertina del nuovo album, "The Wolf" (fonte: dal web)

Scopriamo anche un nuovo mix. Sonorità che spaziano dalla dance stile disco Settanta (come “She wolf”, singolo che ha lanciato l’album) fino a beat e ritmi più moderni.

Nove tracce in inglese e tre in spagnolo. Dodici canzoni da ballare come sensualmente fa la stessa Shakira. Da una donna per le donne, quasi un regalo di libertà, nei non-limiti di ciò che può offrire l’arte e la musica in particolare.

E nei limiti della libertà di una donna di oggi, “costretta” ad essere lupa per lottare alla pari con il maschio, per non essere maltrattata come una macchina del caffè. “C’è una lupa nell’armadio, aprilo e liberala, c’è una lupa nell’armadio, falla uscire affinché possa respirare, lei inspira, espira”.

È Shakira, inspira, espira, come sempre. Ah ah. «La musica di Shakira è inimitabile perché è dotata di un ritmo che nessun altro può reggere come lei. Data la giovane età e la sua innocente sensualità, debbo convenire che la sua musica è una sua invenzione». Parole di Gabriel García Márquez. Chapeau.

Alessandra Amoroso

Nelle foto: La splendida cantante colombiana (fonte: dal web)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About michele iannibelli