ArtVerona, la creatività non conosce crisi

Sculture in rilievo, l'arte moderna protagonista ad ArtVerona (foto: Federico Finotti)

Nonostante la crisi, il sistema italiano dell’arte moderna e contemporanea è vivo e vegeto. Questo è il messaggio che lancia ArtVerona, uno dei principali appuntamenti fieristici italiani di settore, svoltosi nella città scaligera dal 18 al 22 ottobre 2012.

Programma e format interessanti e innovativi. L’ottava edizione della kermesse ha visto diminuire sensibilmente il numero di espositori rispetto all’anno precedente, 110 del 2012 contro i 136 del 2011, ma ha mantenuto alto il livello di interesse del pubblico, attraverso un programma articolato di eventi collaterali dai format innovativi.

Iniziative per giovani e opere “low cost”. Oltre ad iniziative già conosciute ed apprezzate come “Indipendents”, la sezione che raggruppa artisti e realtà creative più sperimentali ed autonome rispetto al sistema istituzionale, e “On Stage”, dibattiti aperti al pubblico tra artisti e curatori sul tema delle nuove linee di sviluppo del sistema arte in Italia, la direzione artistica di ArtVerona ha proposto quest’anno due nuove sezioni. La prima, denominata “ArtVeronaYoung”, ha lo scopo di avvicinare i ragazzi under 16 all’arte attraverso percorsi e laboratori ideati appositamente per loro, la seconda, intitolata “ArtVeronaEasyArea”, è una sezione dedicata alle gallerie che intendono presentare opere del valore massimo di 6mila euro, così da rispondere in modo più adeguato alle nuove esigenze di mercato.

Arte figurativa ad ArtVerona, in primo piano l'autore Federico Finotti (foto: F. Finotti)

Coinvolte realtà locali come il Teatro Stabile e Interzona. ArtVerona ha inoltre coinvolto negli anni un numero sempre maggiore di realtà artistiche già presenti e radicate nel territorio, quali il Teatro Stabile di Verona, a cui ha affidato la cura della rassegna “TheatreArtVerona”, e l’associazione culturale Interzona, che quest’anno ha presentato nella hall dei padiglioni 6 e 7 di Veronafiere un DJ Set targato Stefano Ghittoni che, nell’ambito di “SoundArtVerona-Comizi d’Amore”, ha cercato di condurre gli astanti a nuove forme emotive di ascolto.

Al Mart l’opera vincitrice del concorso Icona. Il Concorso Icona, che premia di anno in anno le gallerie che partecipano ad ArtVerona, affiderà al Mart di Rovereto le opere vincitrici come riferimento della campagna di comunicazione della prossima edizione della manifestazione scaligera. Infine il Centro Audiovisivi del Comune di Verona fino al 17 novembre, ogni lunedì e mercoledì alle 18 e il sabato alle 11, proietterà i video della rassegna di video arte denominata “VideoArtVerona-Playtime”.

Federico Finotti

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About redazione