Scanu, gli Amici e far l’amore sui laghi

Lo sguardo (perso) di Scanu dopo la proclamazione (Fonte: GIUSEPPE MATTEINI/INFOPHOTO)

Lo sguardo (perso) di Scanu dopo la proclamazione (Fonte: dal web)

In un Festival caratterizzato da grandi ascolti, rivolte dell’orchestra e una Clerici wonder woman ha vinto “far l’amore in tutti i laghi”. Così canta Valerio Scanu, vincitore forse non troppo a sorpresa, della kermesse canora sanremese.

Ha trionfato l’ex bambino prodigio, che nel 2002 si classificò al primo posto nella trasmissione televisiva “Bravo Bravissimo” allora condotta da Mike Bongiorno.

Oggi il diciannovenne sardo, originario de La Maddalena, ha già pubblicato un EP, un album, alcuni singoli, e vanta due dischi d’oro e un disco di platino. Senza dimenticare che in questo curriculum di tutto rispetto – per un ragazzo così giovane – si aggiunge la partecipazione alla trasmissione Amici della Maria nazionale dove nel 2009 Scanu si classificò secondo dietro il fenomeno Alessandra Amoroso.

E proprio il talent show di Mediaset sembra essere diventato una costante nelle ultime edizioni del Festival sanremese. L’anno scorso ci fu la vittoria di Marco Carta, anche lui sardo e anche lui figlio di Maria. Quest’anno invece è stata la volta di Valerio, diretto dall’intramontabile barba di Beppe Vesicchio, maestro di solfeggio nell’accademia di Canale 5. E non dimentichiamoci poi del duetto con l’Amoroso proprio durante il Festival, che ha visto i due veri “Amici” ritrovarsi sul palcoscenico.

Ma dietro ogni canzone si nasconde un compositore. “Per tutte le volte che..”, il brano vincitore, è stato scritto niente di meno che da Pierdavide Carone, concorrente dell’attuale edizione del talent show Amici. Tutta una grande famiglia? Un risultato scontato? Milioni di adolescenti armate di cellulari ultima generazione per televotare? Può essere, ma in fondo qualcuno deve pur vincere. A questo punto perché non fare largo ai giovani? E questo piccolo sardo dal capello selvaggio ha una grande voce e un carisma non da poco. Ma soprattutto ha portato all’Ariston una dolce melodia, sommersa da un vero romanticismo. “A far l’amore in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi, in tutto il mondo l’universo che ci insegue ma ormai siamo irraggiungibili”: chi non sorride ascoltando queste parole non ama le canzoni d’amore.

Certo, la musica dei veri intenditori è probabilmente tutta un’altra cosa, ma nell’immediatezza dell’ascolto vince Scanu. Vince la semplice passione fatta canzone. Perché “per tutte le volte che” l’ascolti hai voglia di gridare di quel giorno freddo in pieno inverno in cui nudi non abbiamo avuto poi così tanto freddo.

Alessandra Amoroso

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About michele iannibelli