A Bondi aspettando la grande onda

Summer time in Australia (foto di Boris Puggia)

Summer time in Australia (foto di Boris Puggia)

Bondi si pronuncia bondai e non bondi (cosa da tenere a mente se si viene da queste parti!) ed è una spiaggia a dir poco favolosa!

”Beach blondes” potrebbe anche essere soprannominata. Questo a causa dell’innumerevole quantità di ragazze dalla chioma dorata presente in questo sobborgo a soli 8 km dal centro di Sydney.

A Bondi si respira un’atmosfera di serenità e allo stesso tempo di divertimento estremo. I surfisti, provenienti da ogni parte del mondo, sembrano svolazzare tra le onde. Li si può riconoscere per via delle coloratissime tavole che portano con sè e grazie alle quali riescono ad annullare la forza di gravità che altrimenti li farebbe sprofondare nell’oceano.

L’area dedicata agli appassionati di questo sport si trova lontana pochi metri dalle acque riservate ai bagnanti, e ciò provoca non poche difficoltà alla lifeguard, una sorta di bagnino locale, che a bordo di un quad macina chilometri su chilometri lungo la spiaggia e con il megafono a palla non smette di strillare agli spavaldi bagnanti che non rispettano i limiti di balneazione (ovvero evitare di avventurarsi troppo al largo nelle acque del Pacifico) di mettersi in riga.

Pure il rumore degli elicotteri si sente di tanto in tanto a sovrastare la tranquillità della baia. Non ci crederete ma persino l’irriverente Borat, ma certo Sir Sacha Baron Coeh, il poliedrico attore britannico che di recente ha indossato i panni del modello gay Brüno, non ha mancato una visita da queste parti (vedere su youtube per credere!). Peccato solo che non indossasse l’inconfondibile tanga giallo fosforescente che l’ha reso celebre. Ma la sua sola presenza merita di essere citata.

Avete altri dubbi? Bondi vi sta aspettando a braccia aperte per farvi assaporare il profumo di una terra cosi’ lontana materialmente ma allo stesso tempo cosi’ vicina all’ideale comune di relax totale e lontananza da stress e burocrazia, provare per credere!

Boris Puggia

Questo articolo inaugura una nuova rubrica dal nostro inviato nella terra dei canguri Boris. L’abbiamo chiamata, su suo invito, “Australian Trips”, “viaggi australiani”. Una nuova avventura dall’altra parte del mondo, ma sempre con un occhio, una prospettiva che facciamo nostra. Buon viaggio (anzi buoni viaggi) allora Boris!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin