Riapre Gardaland tra demoni e cartoni

Le terribili creature che si trovano all'interno di Inferis, il labirinto del terrore

Gardaland compie 35 anni, ma non sembra assolutamente sentirli. Anzi, Prezzemolo sfida la recessione economica per uscirne ancora una volta vincitore; dopo gli oltre tre milioni di visitatori dello scorso anno. E lo fa tirando fuori dal cappello magico due divertenti e spassosissime nuove attrazioni.

“Inferis: il labirinto del terrore”, una vera e propria passeggiata all’inferno tra mostri, demoni e fantasmi, e “Spongebob 4D”, il nuovo spettacolo di Time Voyagers che ha come protagonista il personaggio di Nickelodeon. Ma le novità che Prezzemolo ha in serbo di certo non finiscono qui.

“Gli sforzi del management per fronteggiare la crisi partono da questi due nuovi concept – ha detto l’amministratore delegato del parco Aldo Vigevani – ma anche dall’acquario Sea Life, che quest’anno (unico nel suo genere) avrà una sezione dedicata alla barriera corallina, e dall’hotel, che permette di continuare a vivere la magia del parco anche di notte: una vera e propria meta turistica unica”.

Resort. Ecco che il parco si propone come una realtà in grado di proporre tre novità assolutamente complementari tra loro, luoghi dove trascorrere una vacanza di qualche giorno con proposte diverse tra loro. Il settore marketing ha, proprio per questo, pensato a numerosissimi pacchetti economici convenzionati con altre realtà del lago per offrire le migliori soluzioni: tante formule e opportunità, quali abbonamenti stagionali e particolari tipi di biglietti. “Consapevoli della congiuntura economica e della vastità delle offerte che esistono sul mercato – ha continuato Vigevani – Gardaland Resort offre opportunità sul fronte dei prezzi con un listino flessibile, perfettamente modulabile rispetto alle diverse esigenze di ogni tipo di pubblico”.

Le due nuove attrazioni rappresentano ciascuna (nel rispettivo campo) una novità assoluta per Gardaland. Inferis è infatti la prima attrazione vietata ai minori di 14 anni concepita dal parco; Spongebob 4D, invece, il primo filmato a offrire un numero altissimo di effetti – quali vento, odori, giochi di luce, spruzzi d’acqua, vibrazioni, solletico, movimenti della poltrona – come quarta dimensione: ben 120 in quasi 5 minuti di spettacolo, circa 2 ogni 3 secondi. Ma noi abbiamo provato per voi la prima attrazione sopra citata.

Inferis non è altro che un labirinto a percorso, una struttura in cui si entra in una quindicina di persone per volta e si deve proseguire uniti in fila indiana. La formula è praticamente identica alla casa dell’orrore di Movieland, con un’unica differenza: Movieland propone un’attrazione che ha per tema alcuni film dell’orrore, Gardaland invece tematizza Inferis come paesaggio infernale.

Ma passiamo ai fatti. Una volta entrati il buio completo avvolge il gruppo e dopo alcuni istanti un attore vestito da demone fa capolino da una specie di pulpito nascosto nell’oscurità. Con voce mostruosa vi invita a entrare nel mondo dei peccatori, anche se vicino c’è pure un’invitante porta con scritto “Saints” (santi). Oramai siamo in gioco e dobbiamo giocare. Tra luci rosso sangue, scheletri che vogliono scappare, grate aperte da dove ti aspetti sbucare qualunque cosa,  dopo 10 minuti di terrore puro siamo usciti.

Non possiamo essere più precisi di così, sarete poi voi, care anime dannate, a giudicare. Vi diciamo solo che Inferis è stato costruito all’interno della tensostruttura di fronte allo Space Vertigo, all’interno ci sono 15 ambientazioni, 12 giochi meccanici interattivi, da 5 a 10 attori in azione, 4 differenti tipi di costumi, 23 tracce audio, un sistema di controllo unico “showcontrol”, il tutto per 150 metri di percorso. Più corto rispetto al Movieland, ma più intenso. Fatevi un bel giretto all’inferno.

Francesco Iannò

Ecco il nostro video della conferenza stampa di sabato scorso: http://www.youtube.com/watch?v=3fKqKDZ2aMA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About admin