NextGEN Gallery Plugin Not found

Tag Archives: samuel eto o

samuel eto o Archive

  • Ancora uno 0-0 per il Chievo, contro la Sampdoria. Se i blucerchiati senza Cassano perdono la metà del loro potenziale offensivo, è ormai evidente che lo stesso discorso vale per i gialloblù con Pellissier. Un punto in casa della Samp va bene, intendiamoci, ma quanta nostalgia di quel Chievo di Gigi Del Neri che andava a giocarsela contro chiunque, a rischio di perdere (ma spesso vinceva). Risorgono Bologna e Parma, Sprofondano Bari, Brescia e Cesena, ma anche Lecce e Cagliari non nuotano in acque sicure. Preoccupa soprattutto la condizione della squadra sarda: due sole vittorie in dodici giornate sono troppo poche per salvarsi in serie A.

    Zarate chiama, Ibra risponde

    Ancora uno 0-0 per il Chievo, contro la Sampdoria. Se i blucerchiati senza Cassano perdono la metà del loro potenziale offensivo, è ormai evidente che lo stesso discorso vale per i gialloblù con Pellissier. Un punto in casa della Samp va bene, intendiamoci, ma quanta nostalgia di quel Chievo di Gigi Del Neri che andava a giocarsela contro chiunque, a rischio di perdere (ma spesso vinceva). Risorgono Bologna e Parma, Sprofondano Bari, Brescia e Cesena, ma anche Lecce e Cagliari non nuotano in acque sicure. Preoccupa soprattutto la condizione della squadra sarda: due sole vittorie in dodici giornate sono troppo poche per salvarsi in serie A.

    Continue Reading...

  • Classifica corta. Con la doppietta di Eto’o al Palermo, l’Inter si è riportata in testa alla classifica, insieme al Cesena. La squadra di Ficcadenti non è lì per caso: viene da due stagioni sempre al vertice (due anni fa in Lega Pro, l’anno scorso in serie B), ed è l’unica formazione con la difesa imbattuta. Cade il Chievo, in casa contro il Brescia, che lo raggiunge in classifica a sei punti.

Brutto Chievo. Partita scialba, quella dei gialloblù, che hanno tirato nello specchio della porta una sola volta in novanta minuti. Sulla panchina bresciana siede un certo Beppe Iachini, l’artefice della promozione clivense dalla serie B alla A nel 2007/08. L’ultimo allenatore esonerato da Sartori dopo pochi mesi di campionato in serie A l’anno successivo. Se c’era una partita da non perdere al Bentegodi, quella di ieri era una delle maggiori indiziate.

    Doppio Eto’o, Inter davanti a tutte

    Classifica corta. Con la doppietta di Eto’o al Palermo, l’Inter si è riportata in testa alla classifica, insieme al Cesena. La squadra di Ficcadenti non è lì per caso: viene da due stagioni sempre al vertice (due anni fa in Lega Pro, l’anno scorso in serie B), ed è l’unica formazione con la difesa imbattuta. Cade il Chievo, in casa contro il Brescia, che lo raggiunge in classifica a sei punti. Brutto Chievo. Partita scialba, quella dei gialloblù, che hanno tirato nello specchio della porta una sola volta in novanta minuti. Sulla panchina bresciana siede un certo Beppe Iachini, l’artefice della promozione clivense dalla serie B alla A nel 2007/08. L’ultimo allenatore esonerato da Sartori dopo pochi mesi di campionato in serie A l’anno successivo. Se c’era una partita da non perdere al Bentegodi, quella di ieri era una delle maggiori indiziate.

    Continue Reading...